Destina il 5 per mille dell’IRPEF al tuo Comune

Che cos’è il 5 per mille?
Il 5×1000 è un beneficio che permette al cittadino di devolvere una parte della propria IRPEF ad
associazioni non profit, ai protagonisti del Terzo settore e ai Comuni di residenza del contribuente.
Il cinque per mille è una forma di finanziamento che non comporta oneri aggiuntivi al contribuente, dal
momento che questi, tramite la compilazione dell’apposita sezione nella dichiarazione dei redditi, sceglie
semplicemente la destinazione di una quota della propria IRPEF.

Quali sono gli enti o associazioni che possono beneficiare del 5 per mille?
Il 5 per mille può essere destinato a:

  • associazioni di volontariato e altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale come le
    coop sociali,
  • associazioni di promozione sociale e associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei
    settori di cui all’articolo 10, comma 1, lettera a), del DL n. 460 del 1997;
  • enti di ricerca scientifica e dell’università;
  • enti di ricerca sanitaria;
  • associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI a norma di legge,
  • Comuni, per attività sociali.

Quanto costa?
Nulla. Il contribuente è tenuto a pagare, comunque, l’Imposta sul Reddito, quindi, la destinazione
del proprio 5 per mille non comporta alcun aggravio delle imposte da versare.

Come si fa?
Nella dichiarazione dei redditi è predisposta un’apposita area dove il contribuente può scegliere a
chi devolvere il proprio 5 per mille utilizzando il modello Cud, modello 730 e modello Unico.

Perché donare il 5 per mille al proprio comune?
Donando il 5 per mille al proprio Comune, si diventa protagonisti e finanziatori di attività di
“sostegno sociale poste in essere dal proprio Comune”.

Condividi sui seguenti social:

Potrebbero interessarti anche...