Abolizione del pagamento della cauzione a carico degli utenti dei servizi comunali

A seguito di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 31/01/2019, immediatamente eseguibile, è stato abrogato l’art. 33 del REGOLAMENTO IN MATERIA DI ENTRATE, ANCHE TRIBUTARIE, AUTOTUTELA, ISTITUTI DEFLATIVI E STATUTO DEL CONTRIBUENTE  che prevedeva l’Istituzione di una cauzione a carico degli utenti del servizi comunali.

A valere dal 01/01 c.a. la cauzione non è più dovuta. L’abrogazione però non ha effetto retroattivo, pertanto per chi ha usufruito dei servizi comunali e ha versato la cauzione come previsto vale ancora il precedente articolo anche per quanto riguarda la restituzione. L’art. 33 al comma 5 prevedeva che: “5. La cauzione versata sarà introitata dal Comune in un conto infruttuoso e verrà restituita dopo 7 (sette) anni dalla data di versamento o, se antecedente, alla data di cessazione dell’utenza, previa richiesta e verifica del regolare pagamento delle tariffe dei servizi e dei tributi comunali”.